Partito Popolare Democratico e Generazione Giovani - Sezione di Lugano - ©2016

Visitatore numero

Please reload

Post recenti

Istruire e informare per evitare abusi sessuali sui minori

October 26, 2016

 

«Interrogazione indirizzata al Municipio»

 

Purtroppo tra il 2001 e il 2015 in Ticino sono stati accertati ben 438 casi di atti sessuali con fanciulli. I dati pubblicati dalla Polizia cantonale sono preoccupanti e la sensazione anche presso l'opinione pubblica è che questo genere di abuso sui minori sia in forte crescita.

Tale aumento è dovuto in parte anche alle denunce di quei giovani che raggiunta l'età adulta riescono a prendere coscienza degli abusi patiti e a trovare il coraggio di parlarne. Ma altri – per paura di non essere creduti o perché hanno cercato di rimuovere quanto subito in passato – sono costretti a convivere con questo lacerante dolore, con importanti ripercussioni sulla loro vita famigliare, sociale e lavorativa.

           

È pertanto determinante riuscire a far capire ai giovani il prima possibile quali situazioni di vita quotidiana e interazione con gli adulti siano lecite e quali invece sono anormali, da respingere e denunciare.

           

Questo servizio di sensibilizzazione viene promosso in Ticino da alcune associazioni private, come Pro Juventute e ASPI (Fondazione della Svizzera italiana per l'Aiuto, il Sostegno e la Protezione dell'Infanzia), che affrontano il tema in diversi settori e a diversi livelli di intervento. Per esempio nelle scuole elementari di Sonvico e di Vezia era stato approntato in collaborazione con la pediatra Myriam Caranzano, direttrice dell'ASPI, un progetto pilota che toccava anche queste problematiche e che aveva coinvolto dapprima i docenti (anno scolastico 2010/2011) e in seguito gli allievi (2011/2012).

           

Per fortuna la maggior parte delle famiglie non è direttamente toccata da questa problematica. L'inquietante statistica menzionata in entrata riguarda tutto il Cantone e se la rapportassimo unicamente alla Città di Lugano i casi si ridurrebbero verosimilmente a un paio per anno. Non è dunque nostra intenzione creare alcun inutile allarmismo né lanciare una caccia alle streghe. Tuttavia un caso di abuso su di un minore è già un caso di troppo.

           

Siamo pure coscienti come la tematica sia molto delicata e si possa prestare a pericolosi fraintendimenti.

           

Proprio per evitare ciò e al fine di limitare sul nascere questi vergognosi episodi di abusi sui minori il Gruppo PPD e GG in Consiglio comunale ritiene comunque opportuno istituzionalizzare all’interno delle strutture comunali un approccio specialistico preventivo, che consenta cioè di fare prevenzione senza allarmismi, con professionalità e usando il buon senso, la giusta distanza e l'esperienza.

 

           

Per questi motivi chiediamo al lodevole Municipio:

 

1. Come viene trattato all’interno dell’Istituto delle scuole comunali di Lugano il tema degli abusi sui minori?

1.1. I docenti e il personale ausiliario ricevono informazioni o partecipano a incontri periodici di sensibilizzazione su questo tema?

In caso di risposta negativa, il Municipio non ritiene opportuno prevedere un percorso di sensibilizzazione in favore di tutto il personale legato all’Istituto delle scuole comunali?

1.2. I bambini delle scuole comunali ricevono delle informazioni o partecipano a momenti di sensibilizzazione volti a dare loro gli strumenti per comprendere le situazioni a rischio, evitarle se possibile e denunciarle il prima possibile?

In caso di risposta negativa, il Municipio non ritiene opportuno creare un percorso di sensibilizzazione in favore dei fanciulli delle scuole elementari volto a comprendere le diverse situazioni di rischio?

1.3. È possibile pensare di organizzare una serata informativa rivolta ai genitori degli allievi delle nostre scuole dell'infanzia e elementari?

 

2. Come viene trattato all’interno dei dicasteri Attività sportive e Attività culturali il tema degli abusi sui minori?

2.1. Il personale direttamente a contatto con i giovani riceve informazioni o partecipa a incontri periodici di sensibilizzazione su questo tema? Viene loro distribuita la Guida per adulti con compiti educativi nello sport, nelle attività ricreative e associative intitolata Relazioni sane e prevenzione degli abusi sessuali nei settori a contatto con bambini e adolescenti. Conoscere, Riconoscere, Prevenire, Reagire promossa dal Servizio per l’aiuto alle vittime di reati del Dipartimento della Sanità e della Socialità?

2.2. Il Municipio non ritiene opportuno coinvolgere a titolo volontario in questa importante azione preventiva anche tutte le associazioni (sportive, culturali, ecc.) che operano in strutture di proprietà della Città?

 

3. Esistono all'interno dell'Amministrazione comunale una o più figure istruite e aggiornate su questa delicata tematica, alle quali in caso di sospetto o di necessità è possibile fare riferimento per ricevere delle prime utili indicazioni?

Se non fosse il caso, è possibile provvedere affinché un paio di persone ricevano un'adeguata formazione, siano in grado di fornire delle prime competenti risposte e abbiano i necessari contatti con le associazioni specializzate?

 

Ringraziamo per l'attenzione e porgiamo distinti saluti.

 

Il Gruppo PPD e GG Lugano:

 

Angelo Petralli

Michel Tricarico

Giovanni Albertini

Anna Beltraminelli

Lorenzo Beretta Piccoli

Benedetta Bianchetti

Armando Boneff

Michele Malfanti

Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag